Adulti

http://studioautieridoglio.it/sites/default/files/styles/slider/public/equipe-header_4.jpg?itok=Lv_6wOtN

Bruxismo e altri disturbi temporo-mandibolari

L’articolazione temporo-mandibolare (ATM) consente alla bocca di aprirsi e chiudersi e permette funzioni di fondamentale importanza come masticare e parlare.

Quando “soffre” per motivi di diversa natura (stress psicologico e fisico, micro e macro-traumi, funzione eccessiva dei muscoli della bocca, malocclusióni ecc.) provoca alcuni disturbi caratterizzati da sintomi dolorosi di origine non dentaria, come ad esempio:

  • “click” o rumori articolari
  • difficoltà e/o dolore nell’aprire e chiudere la bocca
  • deviazioni dell’apertura della bocca
  • blocco della mandibola nella posizione di bocca aperta
  • mal di testa
  • affaticamento e dolore ai muscoli del viso
  • rigidità o dolore a collo, spalle e schiena

Un disturbo frequente dell’articolazione temporo-mandibolare è il Bruxismo, un movimento spesso involontario che consiste nel digrignare o serrare i denti. Può durare qualche secondo e ripetersi diverse volte, soprattutto durante la notte o nei momenti di forte stress.

Questa patologia, oltre a causare dolore, potrebbe provocare disagio alla vita di relazione perché il rumore provocato dai denti potrebbe impedire il nostro sonno e quello di chi dorme con noi.

Sintomi

Alcuni sintomi sono:

  • mal di testa
  • dolore sia durante la masticazione che a riposo
  • dolore ai muscoli facciali e all’articolazione temporo-mandibolare
  • rigidità delle spalle
  • interruzione del sonno

Nel cavo orale potrebbe provocare:

Cause

Principali fattori di rischio:

  • malocclusióni
  • ipertono muscolare
  • particolari situazioni psicologiche (stress, ansia, tensioni emotive, frustrazioni, ecc.)

Prevenzione

La visita di controllo (ogni 6 mesi o su indicazione) è utile anche per verificare la presenza di malocclusióni o altri fattori che potrebbero provocare il Bruxismo.

Cure

L’Ortodontista individua e cura la malocclusióne responsabile del Bruxismo.

Inoltre prescrive, di norma, appositi dispositivi personalizzati e rimovibili, detti bite, da indossare di notte per proteggere i denti dall’Usura Dentale e facilitare l’allineamento corretto delle arcate.

A seconda dei casi può associare il bite ad altri interventi terapeutici, anche in sinergia con il Dentista (cura farmacologica, cura delle infiammazioni, trattamento ortodontico e/o protesico, ecc.) o con il Chirurgo Maxillo-Facciale per l’Agopuntura.

Per la cura delle altre eventuali cause (fisiche e psicologiche) rimandiamo alla visita con il Medico di Famiglia per la terapia o l’indicazione dello Specialista utile al caso.

Per approfondire: